mercoledì 11 novembre 2009

Ikea sweet Ikea

Il mio cuore è pieno di gioia. I miei occhietti sono lucidi e cuoriciosi. Il mio essere sprizza entusiasmo da ogni poro. Tutto questo perchè oggi sono stata all'Ikea.
E (come tutti quelli che la amano ben sapranno) l'ikea è un mondo magico. Dove tutto è bello, economico e colorato. Dove i letti sono tutti coordinati, pieni di cuscini e stracolmi di ammmmore. Dove le cucine sono in ordine, pulite e fanno tanto "casa del mulino bianco".
Però l'ikea è anche crudele. Molto crudele. Terribilmente crudele. Soprattutto quando la visiti senza un soldo in tasca e ti verrebbe voglia di comprare TUTTO. E quando dico tutto intendo proprio tutto: il faghiaccio a forma di pesciolino, la lucetta notturna a forma di stella, enormi candele rosse, inutili petali di rosa finti, ciotoline pe cucinare, federe di qualsiasi colore, tende inutili ma così affascinanti, cuscini.... troppi cuscini in ogni forma e colore, sedie per il computer, materassi e anche i seggiolini per bambini (anche se tu non hai bambini e non pensi di averne a breve).
Tutto questo è assai doloroso da affrontare. Ma la cosa più brutta è quando speri di poter uscire dall'Ikea con la tua nuova cassettiera (per la quale hai i soldini che la mamma ti ha affidato generosa e gentile per poter completare l'arredamento della tua cameretta) per poi uscire a mani vuote (o con solo due pacchi di biscottini consolatori) perchè la maledetta cassettiera è lunga 112 cm ma la tua smart NO.
Però, cara la mia Ikea, tornerò al più presto. E la prossima volta sarò preparata. Avrò soldi e una macchina più spaziosa!
Augh pulcini arredatori!

2 commenti:

  1. Hai dimenticato quelle favolose patatine che l'Ikea spaccia. Io ne sono dipendente.

    RispondiElimina
  2. Sììììììììì che buone!!! Ma io preferisco i biscottini allo zenzero *_* !

    RispondiElimina