sabato 21 novembre 2009

Q. in modalità Oggi no

Oggi vi spiegherò il concetto di Oggi no. Come avrete notato è presente tra le categorie (tutte tra l'altro inteligentissime e sensatissime) perchè purtroppo (capita un po' a tutti) quando si è depressi si adoooora condividere i propri sentimenti di tristezza e autocommiserazione con il popolo di internet. Giusto per dire: "Hei! Non siete depressi solo voi. Ci sono anche io!" Io però ho un modo tutto mio per comunicare i miei momenti tristi. Con la definizione Oggi no. Andiamo ad illustrarne il perchè.
Dunque; quando avete le palle girate, la luna storta, siete infinitamente tristi o semplicemente capricciosi, sarà capitato anche a voi che le persone che vi stanno attorno (ignare di tutto visto che -Accidenti!-  noi personaggi infelici non siamo sempre al centro delle vite altrui) vi facciano delle domande. Chesssò: "Q. hai voglia di andare a prendere un gelato?"
Ecco. Nel mio caso anche una domanda idiota a questo livello mi destabilizza. Se sono soggetta a uno degli stati di cui si parlava prima (luna storta, infinita tristezza...) non sono molto motivata alla risposta. Anzi. Il mio corpo probabilmente risponderebbe con un suono
che è una via di mezzo tra un gnugnito e un lamento. Questo però provocherebbe altre domande. 

Individuo: <<C'è qualcosa che non va?>>
Quollina: *Altro lamento misto ad uno sbuffo*
I: << Sicura di stare bene?>>

Voi direte, per evitare altre domande tanto vale dare all'individuo quello che vuole. Il problema è che se io rispondo: << Sono depressa, la mia vita è brutta, triste e grigia. >> l'individuo chiederà: << Ma no, come mai? Cos'è successo? >>
A questo punto io dovrei utilizzare un linguaggio vocale comprensibile (che purtroppo non comprende sbuffi e grugniti) per spiegare cosa c'è che non va. E voi ne avreste voglia? Io, personalmente, no!
Da questo è nato il giorno Oggi no.
Infatti io ho pensato di attuare questo piano furbo. Quando sono depressa, incazzosa, capricciosa, lamentosa e altre cose che finiscono in -osa, prendo un post-it con scritto sopra in stampatello (con grosse lettere rosse) OGGI NO e me lo attacco in fronte. Così, se un individuo qualsiasi viene a farmi una domanda, esempio:

<< Andiamo dalla nonna? >>
<< Hai comprato il latte? >>
<< Guarda che bello il coniglio dei vicini! >>
<< Che bambino meraviglioso, è suo? >>

La mia risposta sarà sempre e comunque Oggi no. Senza che le mie labbra si debbano muovere il mio interlocutore avrà una risposta abbastanza soddisfacente da tacere e non fare altre domande. Come avete notato Oggi no si può utilizzare anche in caso di affermazioni (ES: <<Guarda che bel vestito che ho comprato!>>) l'interlocutore in questo caso potrebbe rimanere un po' perplesso, ma se già il fatto che ho un post-it in fronte non lo turba allora posso pensare che riesca ad accettare una non-risposta del genere.
Il passo successivo sarebbe quello di creare una maglietta (ci sto lavorando!) perchè il post-it in fronte aimè è un po' scomodo.

Poi, nel caso vi interessi, oggi nello specifico non è una giornata del genere. Oggi infatti sono abbastanza lieta. Quindi direi che oggi è un giorno "Oggi sì! Evviva!". Però ci tenevo ad essere chiara e a spiegare le mie motivazioni. Così se mai incontrerete una ragazza con un post-it in fronte con scritto Oggi no, ecco, saprete chi avrete davanti.

1 commento: