sabato 27 febbraio 2010

Duello fotografico (2)

Ed ecco a voi un secondo duello fotografico. Questa volta parteciperemo in tre.
Il tema scelto è LIBRI con titolo a scelta.
Ecco a voi le foto pulcini. 
(se volete vedere le foto più grosse potete trovarle tutte e tre sul mio flickr.)

Non occorre essere alti per parlare dei grandi.



I wish...



Ex tenebris scientia (con cuscino).



E ora votate pulcini miei.  






Buoni voti e buona notte.

venerdì 26 febbraio 2010

Dialogo uomo-donna

Mr. B e Q guardano un programma su italia uno sull'Europa League (in attesta del Chiambretti Night).
Accanto al presentatore del suddetto programma troviamo una pietosa Sara Tommasi che è in grado di presentare i servizi come il mio gatto è in grado di montare un mobile ikea.
Detto questo, Q, inorridita da tale mancanza di talento televisivo, esclama:
Q: Mamma mia... è allucinante...
Mr. B: VERO?? Ha delle tette enooormi...
Q: ................
Mr. B: ???
Q: No, io mi riferivo all'incapacità di presentare....
Mr. B: Ops.


Evabbè...

sabato 20 febbraio 2010

Welcome

Diamo tutti assieme il "Benvenuto" al nuovo membro della famiglia di Q:

3.00001

Non è bellissimo??? *_*





venerdì 19 febbraio 2010

Olimpiamoci

Pulcini! 
Vi annuncio con orgoglio che il mio pattinatore preferito ha vinto l'oro alle olimpiadi. :D
E' Americano e meraviglioso!
Luv luv.






Fanculizzatevi calciatori. Evan spacca molto più di voi!! 
Augh pulcini olimpici.

lunedì 15 febbraio 2010

Animiamoci




Pochi giorni fa Q ed Euridisse hanno avuto un dialogo via msn che verteva su importantissime problematiche etiche e sociali.



E: Sai che io ho l'anima di Chiara?


Q: Come mai? Te l'ha venduta?


E: Eh, un giorno ho scritto su un foglio “Io Chiara vendo l'anima ad Euridisse bla bla bla” poi le ho chiesto: “me lo firmi?”, lei l'ha firmato senza leggere e io le ho detto: “Sai che mi hai appena venduto la tua anima?”.


Q: E lei?


E: Ha alzato le spalle e ha detto: “Fa niente, tanto per ora non mi serve.”


Q: Non farlo a me sai, io alla mia ci tengo. Poi tu me la rovini, me la sgualcisci...


E: Allora tu non firmare fogli a caso.


Q: Poi mi serve.


E: A cosa ti serve? Chiara non ce l'ha e vive benissimo.


Q: Eh, metti che mi cade un vaso di fiori in testa o mi investono e muoio. Mi serve. E' come quando ti dicono di mettere le mutande pulite perchè se ti senti male e ti portano in ospedale fai una brutta figura.


E: Ok, ma cosa cambia se non hai l'anima.


Q: Se non ce l'hai non ti vogliono né in paradiso né all'inferno. E' una bella menata, sei out. Poi ci sono i buttafuori...


E: Aaaah, capito, è come non essere accettati alla selezione all'ingresso. Che brutto, che imbarazzo...


Q: Essì.


E: Poi magari ti indicano anche: “Ah-Ah guardate, la bionda non ha l'anima!”.


Q: Già. Pensa che vergogna.


E: Ok, allora me lo segno: Niente anima di Q.

Pensiero nevrotico

Oggi ho riflettuto e - CAVOLI - quando la Q riflette non è mai una buona cosa. Ma in questo caso lo è stata in parte.

Pensavo infatti ad un soggetto passato che ormai non è più parte della mia turpe (sicuramente troppo turpe per lui, Il soggetto) esistenza da tempo. 
Pensavo inoltre a quanto questo soggetto mi ha fatto incazzare in un determinato periodo della mia vita. A quanto mi ha fatto piangere. A quanto ha minato la già scarsa fiducia in me stessa. A quanto si è approfittato del mio essere una piccola ragazzina pseudo-innamorata. A quanto a lungo ha ignorato le mie parole. A quanto tempo mi ha fatto perdere. A quante esperienze mi ha fatto mancare.
Ecco, pensando a tutto questo il mio essere ha attraversato una ricca gamma di emozioni tra cui: nervosismo, agitazione, incazzatura, delusione, rancore, rimorso, furia omicida e tante altre.
Poi però il mio cervello si è spostato ad un altro pensiero, in cui la Q, temeraria e cresciuta, faceva scontare al soggetto di cui sopra ogni torto ricevuto tutto in un unico momento.
Lì per lì ammetto di essermi sentita in colpa e una vera cacchetta, in quel momento non pensavo tanto alla vendetta quanto ad altre cose che mi parevano più sensate.
Ma adesso, con tutto il tempo che è passato da quel momento ad oggi, posso quasi orgogliosamente dire che Il soggetto ha preso quel che si meritava. Ha scontato quello che ho passato io e l'ha scontato per bene. Si è preso tutta la cattiveria insita in Q e se l'è sentita rovesciare addosso come una valanga. Una valanga composta da qualcosa di pesante, denso e vischioso che non ti permette di schivarla nè di rialzarti al più presto. Ha ri-avuto quel che aveva dato per così tanto tempo, con l'unica differenza che l'ha avuto tutto in una volta, da un giorno con l'altro, senza avvertimento, senza che avesse modo di prepararsi.
L'ha avuto e basta!
Si è meritato tutto. Ogni parola, ogni gesto e ogni azione fatta, mentre la Q, col senno di poi, non si pente di nulla. 
Di nessuna parola.
Di nessun gesto.
Di nessuna azione fatta in quel momento.
Perchè, amici miei, che ci crediate o no, il Karma esiste.
State attenti.
Perchè come dice Justin Timberlake (e probabilmente qualcuno più saggio prima di lui):
"What goes around... comes around".

domenica 14 febbraio 2010

Cupida

Come mai cupido è stato scelto come simbolo di S. Valentino?

"Quando penso a qualcosa di romantico l'ultima cosa che mi viene in mente è un bambino basso e grasso che mi punta un'arma addosso. "


Buon S. Valo a tutte le coppiette e non. :D





giovedì 11 febbraio 2010

Posso?

Avrei una proposta da fare. Non so bene a chi... ad un ingegnere genetico? All'Altissimo? Ad Harry Potter?

Comunque sia, la proposta è questa:

Posso clonare Mr. B???
Così uno rimane nel Postaccio di Merda e l'altro me lo tengo io! 
Posso?
Eh?
Posso, posso? 
Dai, posso?

*Q stringe i pugnetti e sbatte gli occhion
i*

mercoledì 10 febbraio 2010

Chi mia ama...

Oggi farò una piccola recensioncina musicale.
O meglio, inserirò qui di seguito tutte le canzoni che piacciono un sacchissimo a me e alle mie molteplici personalità.































 



Un po' di sana truzzeria non ha mai fatto male a nessuno.
Soprattutto alla Q.





Non possono mancare...










Detto questo, se volete amare la Q... dovete amare anche loro.

Rotolando e rotolini

Q domani ha un esame. Pauuuura.
Detto questo, Q si prepara un teino (l'ormai inimitabile e insostituibile Earl Grey della Twinings) e si mangia cinque biscotti.
Premessa, Q in questi giorni si sente molto grassa. Non è una bella cosa.
Ma i rotolini cominciano ad abbondare e questo è MALE!
Ovviamente Q non sa bene perchè...
Ok, la smetto di parlare in terza persona.

Non saprei dire come mai mi sento così enormemente enorme, ma è così.
Però, mentre pucciavo la bustina del the nell'acqua bollente e arraffavo i biscotti mi è caduto l'occhio sul lato della scatola.
Spicchi di sole Mulino Bianco, 55 calorie a biscotto. O_o
Ma daiiii! 
Praticamente un panetto di burro passato nelle uova e cotto al forno.
Peseranno 6 grammi a biscotto.

Non è giusto.

Ho ingurgitato cinque biscotti e ho introdotto nel mio corpo l'apporto calorico di un Mars! 
Ma non ne ho ricavato lo stesso piacere! Non è giusto, no no no!


Sapete che vi dico! La prossima volta ci puccio un Mars nel the, in barba alla Mulino Bianco (che senza il mio consumo di biscotti probabilmente fallirà in 15 giorni, massimo un mese)...tiè!


Ps: Postillina. La Q non si fa problemi di grassezza tanto da controllare le calorie dei biscotti. La Q mangia tutto in grande quantità. Semplicemente volevo rendervi partecipi di questa cosa che mi ha sconvolto...
5 spicchi di sole = 1 mars
Lo trovo inaccettabile.

martedì 9 febbraio 2010

Puf

Sarò breve, velata ma concisa.
Il vento fa male al cervello. Si insinua nelle orecchie e secca la materia grigia.
Ormai è documentato.
Come è documentato che in alcuni luoghi della terra non esistono cose chiamate "vie di mezzo".
Bianco o nero, giorno o notte, dolce o salato, suora verginale ed immacolata o vaccone da sbarco... capito, no?
Detto questo.
A buon intenditor....

domenica 7 febbraio 2010

Diabete

Q rischia il diabete. C'è troppa zuccherosità nell'aere.
Troppo miele, troppa saccarina, troppo ammmore.
Basta! 
Non avete altro da fare che scrivere cose zuccherose su internet?
Poi ci si mettono le cartolerie! Cuoricini, orsetti e baci perugina ovunque. A me neanche piacciono i baci perugina. Uff..
Vi ordino di smetterla. ORA! Adesso! Subito!

Basta dolciume, altrimenti la Q vomita.



(Sì, oggi il Rompicazzo-mode è all'ennesima potenza. Salvatemi da me stessa...)

Nebbiun

Oggi Milano come Silent Hill.

sabato 6 febbraio 2010

Pitz

Ora scriverò dei nomi e delle cose apparentemente senza senso, se non vi dicono niente fa nulla, se vi dicono qualcosa significa che conoscete i libri più belli della storia, della scrittrice italiana migliore che esista.

Elisa, Prisca, Rosalba, IV D, la Santa M..., fiocco rosa a pallini celesti, Pretty Doll, Zio Leopoldo, Nonna Lucrezia, Adelaide, Ondina, cucchiaio, olio di fegato di merluzzo, Dinosaura, Ines, carneficina, il porcello, compagnia Ramusio, Tempestàl, Lucrezia, Ippolita, la moglie del Mercante, la civetta verde, Ludovico, pesciolino di corallo, principessa Isabella, Genova, Colomba, telecuore, Riccardo Riccardi, Milano, Arcelio, estaremo a vèdere, le Ragazze, l'ostinata dimora, Pulce, la dolce attesa, il galletto di spugna, Alvaro, isola provvisoria, anello, fata Madrina, Natale, fiammiferi, Hotel Excelsior, mafiosi, Clodoveo.

Per ora direi basta.

Questi sono quattro libri e se li conoscete guadagnate ai miei occhi almeno 20 punti stima. Se li conoscete e li amate quanto me allora di punti stima ne guadagnate mille mila!
^_^

venerdì 5 febbraio 2010

Q Intellettualosa

Q oggi si sente intellettuale e vi parlerà di teatro.
Già, infatti ieri sono andata al Piccolo e ho tanta voglia di raccontarvi ciò che ho visto attraverso i miei occhietti vispi e critici.
Tanto per cominciare sono andata a teatro da sola, gran cosa! 
Perchè dovete sapere che andare a teatro da soli non è triste come andare al cinema o al ristorante. No, no! E' meraviglioso. E' liberatorio. E' rilassante.
Poi ovviamente è carino anche andare con qualcuno e chiacchierare tornando a casa delle impressioni sullo spettacolo, ma per la pace della mia anima intellettualosa e teatralmente acculturata, sento di poter fare anche a meno di questo momento in compagnia.
Detto questo, ieri sera sono andata a vedere "Pene d'amor perdute" di Lev Dodin.

Ora vi farò una confessioncina con la quale ammetterò la mia ignoranzitudine o ignoranzità (come più vi piace).

Infatti, essendo questo spettacolo parte di un abbonamento che ho fatto con l'università, non mi sono preoccupata tanto di cosa sarei andata a vedere.
Mi sono quindi crogiolata nell'idea che titolo dello spettacolo in italiano, significasse uno spettacolo in italiano, senza preoccuparmi minimamente del fatto che colui che fa andare avanti la baracca fosse nato tempo addietro nella grande e fredda Russia.
E' stato il mio Papi, che è assai saggio, che mi ha detto (mentre stavo addentando una forchettata di fusilli al ragù): << Eh, ma Dodin è russo, lo spettacolo sarà in russo.>>
Io poco fiduciosa nelle sue parole sono andata a vedere sul sito del Piccolo e la frase che mi si è parata davanti è stata la seguente:
"In lingua russa con sovratitoli in italiano."

Ecco.
Dopo averla letta, dentro di me, qualcosa è mancato improvvisamente

Ma non mi sono fatta scoraggiare e infagottata nel mio cappotto mi sono recata a teatro pensando che al limite mi sarei fatta una penichella scomoda.

Arrivata con l'ormai classico anticipo, sono andata a sedermi e come al solito (con una classe che neache la Regina Elisabetta) ho cominciato ad ascoltare i discorsi altrui. Giusto per capire che genere di persone avevo accanto.
In quel quarto d'ora di attento ascolto ho dedotto di avere vicino le seguenti persone:
Alla mia destra due ragazze dell'università, mai viste onestamente, che stavano lì per il mio stesso motivo. Quando una ha detto all'altra: <<Noooooo, come in RUSSO???>> . Le ho sentite molto vicine.
Davanti a me due amiche che avevano abbandonato a casa mariti e fidanzati perchè come al solito "è noioso"... figuriamoci se avessero saputo che era in russo.
Ma dietro di me... le peggiori.
Due simpatiche fanciulline liceali. Quando una ha detto all'altra: << Io sono venuta solo perchè mi hanno detto che ci sono dei fiKi (la K è voluta) allucinanti semi- nudi. >> dentro di me, la cosa che era mancata poco prima, si è riavuta per un istate e poi è definitamente deceduta.

Detto questo, vi aspetterete che la mia critica sia pessima e negativa.

Ma sbagliate!

Perchè lo spettacolo è stato davvero mmeeeeraviglioso! *_*
In russo! Sì IN RUSSO
C'erano i sovratitoli, ma gli attori erano talmente bravi che non c'era quasi bisogno di leggerli. Si rideva al momento giusto senza sapere cosa dicessero. Si intuiva. Si capiva dalla gestualità, dall'intonazione, dall'espressione.
Davvero bello.
La regia era splendida, gli attori bravissimi e la "commedia" (tra virgolette perchè in realtà tanto commedia non è) attualissima.
Gli attori erano artisti completi sotto ogni aspetto. Perchè ballavano, cantavano, recitavano, si arrampicavano, facevano tutto e il contrario di tutto... con una naturalezza e una bravura mai vista.
Inoltre il russo, contrariamente a quanto mi aspettassi, è abbastanza orecchiabile. Non è duro come il tedesco. Se uno supera l'impatto iniziale poi tutto diventa chiaro anche senza che gli attori parlino la nostra stessa lingua.
Ribadisco, davvero bello.
Inutile dire che quella cosa che durante la serata era morta dentro di me si è ripresa miracolosamente e adesso sta meglio di prima.
Penso che, qualora il regista dovesse tornare al Piccolo con qualche altro spettacolo in futuro, potrei farci un pensierino.
Direi cinque stellette al signor Dodin.
Bravo Lev. Sei piaciuto a Q... e se piaci a Q, allora vuol dire che spacchi. XD

martedì 2 febbraio 2010

M soleggiata

Ma oggi avete messo per caso il nasino fuori?
Avete visto che bella giornata?
Come si fa a dire che Milano non è bellissima in questi momenti?
(Tralasciando che io la trovo bellissima anche con la nebbia, la neve, la pioggia ecc...)
C'è il cielo limpido e celeste e l'aria è fredda ma il sole è abbastanza caldo da permetterti di passeggiare senza ibernare. E' magggico.
L'unica nota negativa di oggi è che io vorrei prendere ed uscire per farmi un giretto con musica nelle orecchie e ZERO pensieri per la testa, ma non posso perchè devo studiare e alle quattro e mezza devo fare babysitting (evvivaevviva). :-S
Però almeno è una bella giornata. Evviva.

Q love M.