mercoledì 3 marzo 2010

Q's body


Allora pulcini. Oggi vi parlerò di un film.
Posso dire in tutta onestà che è uno dei più brutti film che io abbia mai visto. (Ovviamente non brutto quanto "Live!Ascolti record al primo colpo." quello rimarrà per sempre in cima alla lista dei film più obrobriosi dell'universo.)
Comunque, dicevo, in questa lieta sera parlerò di un film che sicuramente, intravedendo il trailer, almeno una volta, ha solleticato il vostro interesse per i più svariati motivi:



  • vi piacciono gli horror e avete pensato che lo fosse (errore);


  • volevate vedere un horror assieme alla fanciulla che volete broccolare sperando che lei si avvinghiasse terrorizzata a voi (errore);


  • vi piace quel vaccone di Megan Fox e avete pensato che forse, finalmente, sareste riusciti a vederle le tette (in parte giusto, ma in parte errore);


  • vi è sembrato un film originale (errore);


  • vi è sembrato un film intelligente (errorissimo);


  • avete bisogno di un film da non guardare che desti poco interesse e che faccia una buona colonna sonora mentre scosacciate indegnamente sul divano (ottima scelta).



Avrete dunque capito di che film si tratta: Jennifer's body, con quel simpatico vaccone di Megan Fox e quell'altra fanciullina un po' sfigatella (ma che tanto mi piace) che ha fatto Mamma Mia! e Veronica Mars ossia Amanda Seyfried. 
Tanto per cominciare la trama del film si può riassumere con molto poco: Jennifer è un vaccone (e io ve l'avevo detto) e ha un'amica un po' sfigatina che però è la sua BFF lo stesso. Un bel giorno il vaccone viene immolato a Satana, ma non essendo vergine diventa un demone e si diverte e mangiare ometti prestanti (o meno). Ad un certo punto, buttata lì a caso, c'è una scena che davvero vi fa capire quanto sia valido il film, quando il vaccone e la sfigatella limonano nella cameretta di quest'ultima che conclude il bacio con un (per nulla scontato): "Oh ma cosa stiamo facendo....". Se poi si fossero prese a cuscinate e gettate l'acqua addosso il film forse avrebbe guadagnato qualche punto.
Detto questo le due scazzano e Jennifer-la simpatica decide di mangiare il fidanzato di Needy (la sfigatella). Quest'ultima si incazza come una vipera nel vedere il suo grande amore con occhi vuoti e dissanguato, tanto che va a casa di Jennifer e le pianta un taglierino nel cuore uccidendola. La mamma di Jennifer però entra nella cameretta della figlia demone e (ops!) si accorge che la figlioletta giace senza vita e l'amica viene arrestata. Morale della favola? Needy prende un po' dei poteri di Jennifer perchè è stata morsa, così fugge dal carcere e va ad uccidere i coglioni che avevano demonizzato l'amica.


F I N E


E voi direte. Beh, dai, carino!

O_O

NO!

Affatto!!


Tanto per cominciare NON E' UN HORROR! Neanche vagamente. Manca tutto dell'horror. La paura per esempio.
Tanto per dirne una, le morti negli horror non sono drammatiche. Nossignori! L'eroina vede il fidanzato morire davanti ai suoi occhi, si dispera per cinque secondi e poi corre via come se nulla fosse successo. Negli horror lo spettatore non deve essere triste per le morti.
Ma in Jennifer's body accade! 
Dopo che il primo ragazzo muore viene mostrata la madre di lui in lacrime che disperata si getta in terra guardando il cadavere del figlio.
Ma no! Non deve essere così!
Quando il fidanzato della sfigatella muore lei si strugge per lui (ok, sai com'è... la tua BFF si è appena mangiata il tuo boyfriend) però il dialogo è qualcosa del tipo: "ormai me ne sto andando" "no, no, nooooooooo" " Ti amo.." "Ti amo anche io...buaaaaaaaaahhhh". Ma così ci viene la depressione suvvia.
Poi, già che siamo in argomento, i dialoghi.
Amici miei, i dialoghi sono qualcosa di imbarazzante.
Oltre a quello già citato ve ne scrivo un altro paio; verso l'inizio del film Jennifer ufficializza di non essere più vergine dicendo "Ma come? Non sono più vergine neanche dall'uscita di servizio.". Dopodichè ci informa di come, dopo il lieto evento, sia stata seduta tutta la sera su una scatola di piselli surgelati. Evviva! Grazie Jennifer.
Oppure, quando Needy la pugnala a morte lei asserisce (susurrando con vocina morente): "la mia tetta." e l'amica risponde "no, il tuo cuore.".
Caspita! Un dialogo degno dell'oscar, no?
Coooomunque, vi consiglio questo film solo per l'ultimo motivo sovracitato, ossia lo scosacciamento selvaggio sul divano con fidanzato/a, tanto in quel caso il film non lo guardereste in ogni caso.
Io e Mr. B (che non abbiamo capito un cazzo) invece il film l'abbiamo visto. E pure fino ai titoli di coda!
Eh... ad averlo saputo prima.

Augh pulcini.
Scosacciate in allegria e guardate film migliori di questo, mi raccomando!

1 commento:

  1. utente anonimo3 marzo 2010 11:50

    Mi hai risparmiato 90 minuti di tempo prezioso :D Mario

    RispondiElimina