giovedì 4 marzo 2010

Quollina servitrice di due padroni


Pollini.
Non avete niente da fare in queste sere?
Allora (avete tempo fino al 21 marzo) andate a vedere Arlecchino servitore di due padroni al Piccolo Teatro.



Andate!!

Non vi piace il teatro?
Siete convinti di annoiarvi?

Sbagliatissimo!
Ve lo assicuro!

E' lo spettacolo più divertente che io abbia visto in quest'ultimo anno.
Ho riso davvero dall'inizio alla fine.
Tre ore e dieci di spettacolo sono volate via in un secondo.
Quollina lo giura sul suo onore. Vi piacerà.
Allora?
Cosa aspettate!?
Op, op, op...

Strehler era davvero un genio.

4 commenti:


  1. Confermo!

    l'ho visto circa ventitre anni fa, Soleri era Arlecchino, regia di Strehler. L'unica volta che a teatro mi son divertito come un matto.

    RispondiElimina
  2. Soleri spacca il culo ai passeri!!!
    (Sono una vera signora ^_^.)

    RispondiElimina
  3. non ho intenzione di contraddire una signora, tanto meno sulle qualità nascoste di Soleri.

    però avrei una domanda:
    quando vidi lo spettacolo io, c'era (c'è; mi sembra a metà o oltre) una scena in cu Arlecchino ha a che fare con una lettera; ci si siede sopra, e gli rimane attaccata al sedere; quindi si alza e la cerca, la cerca, la cerca, e non la trova, appunto perché non la vede, essendo attaccata al suo sedere.

    la scena prevede che lui si inginocchi o comunque si pieghi in avanti tenendo il sedere ovviamente bello sporto verso il pubblico che può deriderlo mentre lui continua a domandare 'dov'è, dov'è'...;

    ecco quello che successe quando vidi io la scena, fu che uno spettatore (non uno degli attori), gridò dalla platea: 'sul culo!!!'.
    la cosa la percepii come imprevista, non organizzata; ma mi è sempre rimasto il dubbio e perciò ti chiedo: si è ripetuta tale quale? qualcuno del pubblicao ha gridato ancora dalla platea?

    RispondiElimina

  4. Ahahah, sìsì! Questa volta xò penso sia stato un bambino che ha gridato "sul sedere!!".
    L'anno prossimo torno sicuramente a vederlo! Ora mi spiego come abbia fatto a sopravvivere dal '74 fino ad oggi.

    RispondiElimina