giovedì 30 settembre 2010

Compleanno, fase uno completata


Fase uno della missione Compleanno:
Completata.

Ergo:
Coccole. *
Studio feroce (aimè, domani ho un esame).
Cazzeggio.
Pisolino.
Altro studio un po' meno feroce.
Torta con madre, padre, sorella e ... *
Birretta con amici.
Bacio della buonanotte. *

La fase due comincerà domani dopo l'esame con: Shopping selvaggio, lampada, corsetta, pisolino, doccia, Slava's snowshow al Piccolo e serata fuori con amici.
La fase tre sarà invece sabato+domenica con giretto all'Ikea sabato pomeriggio e qualcosa che ancora non ho deciso per poi concludersi la domenica con doccia e la MIA PRIMA FESTA DI COMPLEANNO DA 13 ANNI A QUESTA PARTE!!!!!!!!!!!!
(Sì, sto gridando, non me ne frega un cazzo.)

Ammetto di avere un po' d'ansia da prestazione. L'ultima festa che ho fatto l'aveva organizzata mamma con patatine, coca cola e pane e nutella. Quella di domenica sera sarà un po' diversa suppongo. Le patatine diventeranno aperitivo, la coca cola sarà allungata con il rum e il pane e nutella... no, quello ci sarà ugualmente. :DD

Detto questo vi saluto. Domani mi devo svegliare alle sette e affrontare l'ultimo temibile esame di questa sessione. L'esame che deciderà finalmente se la Q potrà o meno fare domanda di laurea per aprile. Stringete i diti per me pulcini. Augh!!!


*Voi probabilmente vi starete domandando chi ha elargito coccole e bacio della buonanotte, ma io non ve lo dico... non ancora almeno. :P
Primo per scaramanzia, secondo perchè ci vuole un bel post dedicato ed ispirato e adesso non c'hovvoglia...




mercoledì 29 settembre 2010

martedì 28 settembre 2010

grr


Allora. Ma vi pare possibile?
Uno si sveglia alle sette per la prima volta da più o meno mezzo secolo, e magari si sveglia anche bene.
Vede la lunga giornata davanti a sè con occhi luccicosi e felici quando, all'improvviso.... arriva il solito coglione a rovinare tutto.
(Con solito coglione non intendo Mr. B, ma un generico coglione, magari anche più di uno chessò...)
Ad ogni modo, non potete farmi girare le balle alle otto e dieci di mattina. NO! Non ve lo permetto. Porco VOI!
Fanculo.
Quando smette di uscirmi il fumo dalle orecchie torno a studiare. Fanculissimo.

domenica 26 settembre 2010

sciò



Dico una cosa.
Ma solo una eh.
Un appello.
Per tutti quelli che vivono a Milano ma che non sono di Milano.
Che inevitabilmente si lamentano di Milano.
Perchè loro, a casa loro, hanno il mare, la montagna, i prezzi più bassi, meno traffico, meno smog ...
Ma ragazzi miei.
Una domanda.
Chi vi trattiene??
Milano non vi piace?
Tornate a casa!!
Io non piangerò la vostra mancanza e come me tanti altri non lo faranno.
Quindi partite con il cuore leggero e tornate nella vostra madre patria qualunque essa sia.
Con il mare, la montagna, i prezzi bassi, le biciclette e l'aria pulita.
Andate con Dio figli miei.
La Q vi saluta e vi augura buon viaggio.

 

venerdì 24 settembre 2010

Testiamoci

Qualche giorno fa ho trovato questo mirabolante ed idiotissimo test sul blog di idea. E visto che come ben saprete la Q ama le cose mirabolanti ed idiote, ecco che mi accingo a farlo.



Dieci cose che in questo momento vorresti poter dire a dieci diverse persone (senza fare nomi);

1. Ogni tanto sogno di incontrarti per strada giusto per poterti mettere sotto con la macchina... e poi fare retromarcia per sicurezza. Non vorrei mai che tu fossi una di quelle poche persone fortunate che sopravvivono agli incidenti stradali.

2. Prima o poi, qualcuno, e io mi auguro accada il più presto possibile, ti spaccherà la faccia... e io prego tutti gli Dddei presenti nella volta celeste (da Dio a Buddha) di fare in modo di essere lì nei paraggi per godermi la scena con un pacchetto di patatine in mano e un sorriso ebete stampato sulla faccia.

3. No, tu non sei geniale. Depppiù. Se non ci fossi bisognerebbe inventarti. Sei un piccolo insieme di tenerezza e goffaggine che mi fa troppo ridere e che allieta le mie giornate/serate. Inoltre mi fai sempre scroccare il tabacco per i drum e questo è decisamente un punto a tuo favore. 

4. Ti prego smettila di fare la comunista. Quando la smetterai di vantarti di quanto vale la tua casa, di quante belle borse di marca possiedi e di quanti splendidi viaggi hai fatto nella tua vita, allora - e solo allora -  potrai venirmi a parlare di politica. Fino a quel momento, facci e fatti un favore, taci!

5. Sono simpatici i tuoi amici? Ti diverti? Spero di sì, perchè da giugno a questa parte io mi sto divertendo una cifra! E quel che è meglio... senza di te! Fuck yeah!

6. Sei il mio coniglietto da saccheggio preferito. La spatolina del mio cuore nonchè il CSS del mio HTML.

7. No, non ho voglia di lavare i piatti. Ho studiato tutto il giorno... ERGO non HO VOGLIA DI LAVARE I PIATTI!! (E neanche di portare giù il TUO cane. Diamine.)

8. Cazzo. Mi hai fregato. Se anche volessi sarebbe troppo tardi per tornare indietro. Mannaggiattè!
Dove sei stato tutto questo tempo, eh? Si può sapere? E pensare che la nostra prima conversazione nel lontano 2006 aveva come argomento il prezzo delle goleador...


9. Lasciatelo dire stellina. Stavi meglio con i capelli lunghi...

10. Grazie per la sopportazione dei mesi passati. Penso di avertelo già detto, ma è sempre meglio essere chiari. E' una figata passare il tempo con te. Da quando ti facevo cadere l'astuccio dal banco ad oggi pomeriggio quando sono passata a ripredermi le mie cose.

Nove cose che non sapete di me;

1. Sudo sempre in ogni mese dell'anno, sì, anche a DICEMBRE con la neve.
2. Sono ignorantissima riguardo la politica. Spesso quando se ne discute mi sento stupida e annuisco senza sapere di cosa si sta parlando...
3. Il Tg mi annoia e non leggo i giornali. Questo in gran parte spiega l'affermazione al punto due.
4. Sono super competitiva e per questo motivo non amo gli sport di squadra; detesto l'idea che l'errore di un altro possa danneggiarmi.

5. Amo il poker (per la motivazione vedi sopra).
6. Vorrei essere nata negli Usa solo per poter seguire il baseball che è il mio sport preferito. L'ho anche praticato per un anno nella squadra di Elio e le storie tese (l'Ares Milano).
7. Sono disordinatissima. Il mio tavolo è un campo di guerra.
8. Amo le cipolline sott'aceto. Ne mangerei a vagonate.
9. Sono un dinosauro. Mi piace da matti la carne e non diventerei vegetariana per nulla al mondo. Bisteccaaaaaaaaaaaaaa (un po' come Homer dice
"Ciambelleeeeee".).

Otto modi per conquistarmi (sia in amore che affettivamente...);
1. Farmi ridere
2. Essere abbastanza positivi (ad essere negativa ci penso già da sola)
3. Camminare con passo svelto
4. Apprezzare film e telefilm scemi e tamarri.
5. Non ridere troppo del fatto che la mia macchina si chiama Sasha
6. Farmi tanti GRATTINI
7. Mangiare!!
8. Non essere eccessivamente ordinari.

Sette cose a cui penso spesso;
1. Al mio libro.. già, il MIO libro
2. A che giorno della settimana è (sembrerà scemo, ma in una giornata tendo a dimenticarmelo più o meno dalle quattro alle sei volte)
3. al Natale (sì, la bambina che è in me ci pensa spesso.)
4. alle schifezze e al cioccolato (in egual misura)
5. ai miei amicici
6. a cosa farò il giorno successivo
7. ...che devo studiareeeeeeeeeeee!!!

Sei cose che vorrei non aver mai fatto;
1. Perdere dell'altro tempo con fidanzato numero uno quando avrei dovuto mandarlo a quel paese
2. Perdere dell'altro tempo con fidanzato numero due quando avrei dovuto mandarlo a quel paese (sì, sono recidiva cazzo!)
3. rendere partecipe una persona di un fatto molto privato che non la riguardava affatto (momento di debolezza)
4. andare al cinema a vedere Tuailait (babba biah :-S)
5. rimanere in silenzio quando determinate persone dicevano determinate cose alle mie spalle

6. spendere dei soldi per Mr. B durante il mio viaggio a Londra

Cinque cose che mi disgustano in un ragazzo;
1. i denti storti (sì, scusate, sono fissata)
2. le unghie sporche
3. i congiuntivi sbagliati ( se non sai coniugare i verbi parla al PRESENTE.)
4. l'eccessiva incoerenza (tra parole e modo di fare/essere)
5. l'apatia

Quattro cose che mi eccitano in un ragazzo:
1. Il sorriso
2. le mani
3. il portamento (niente spalle curve e mani in tasca)
4. quel cazzo di segnetto dei muscoli nel basso ventre (la tartaruga che si fotta, se c'è quello...ROAR)

Tre smiley che descrivono la mia vita;
1. XD
2. :-S
3. T_T




Due cose da fare prima di morire;
1. limonare Hugh Jackman
2. pubblicare il MIO libro (eccheccazzo)

Una confessione:
1. Sono viziata. Ogni tanto, non sempre. Ma quando mi si chiude la vena stringo i pugnetti e pesto i piedi come se avessi cinque anni. Poi però mi calmo.
Sempre...
Quasi sempre.
Ok, qualche volta. -_-”

lunedì 20 settembre 2010

Donne alla guida, diabete e moscerini.



Oggi mi sento lamentosa. Estremamente lamentosa e polemica.

In primis volevo ringraziare la panda argentata che ha reso il mio viaggio in via Novara assai più lento e noioso del solito visto che ha deciso di fare TUTTA la fottuta strada in MEZZO alla carreggiata. Grazie, grazie di cuore. Manco a dirlo, era una donna... Cvd.

Seconda cosa, non meno importante, è giunta l'ora di dire BASTA a tutta questa melassa che dilaga per la rete. Basta, basta e bbbbbasta!
Mi spiego meglio; anche la Q è stata coinvolta ormai da tempo immemore nel maggico mondo di feisbuc e ne è una costante frequentatrice (soprattutto perché comunicare altrimenti con tutti gli amichetti dell'università sarebbe dispendioso e poi anche per i giochini scemi... ovviamente) ed è ormai tempo immemore che si imbatte in centinaia di coppiette dolci ed innamorate che amano condividere il loro ammmore con i loro restanti tremilaeseicento facebookiani amici.
Io ora dico? Ma è proprio necessario che tu al tuo ammmore mandi un messaggino in bacheca ogni santissimo giorno per dirgli quanto lo ami? E soprattutto, se proprio senti il bisogno di dimostrare così la tua devozione nei suoi confronti, perchè - e io ve lo giuro me lo domando da taaaaaanto tempo - dimmi... perchè DIAMINE senti il bisogno di condividerlo anche con ME che (disgraziatamente) ho avuto la malaugurata idea di accettare la tua richiesta di amicizia??? DIMMELO! Perchè???
Che poi voglio dire, una volta ogni tanto, magari sei al piccì, ti senti così cuoricioso e zuccheroso e pensi "cià... scriviamo alla mia dolce metà quanto l'amo...".
Ok, così quasi ti giustifico. Ma ogni santissimo giorno???
Dai, hai presente quella cosa che tieni sempre in tasca con la quale fai video e foto dementi?
Sì? Si chiama T-e-l-e-f-o-n-o C-e-l-l-u-l-a-r-e e serve (indovina un po'?) a mandare messaggini privati.
Sì! Anche al tuo amore puoi mandarli!!
Così non fai venire il diabete alla Q. Non sei contento???
Evidentemente no.
Però i migliori sono altri. Quelli che, non usano il picci per andare su facebook (che dici, sai, è più comodo, tastiera più grande, schermo più grande ecc...) no, quelli che ci vanno con lo stramaledetto IPHONE!!!!
Ma io dico, ma se per scrivere al tuo grande amore devi usare un affare grosso 10 centimetri, non puoi fare clic un po' più in su con il tuo dolce pollicino grassoccio e pigiare la voce "MESSAGGI"?? No? Non puoi? Mannaggia a te...


Per concludere, oggi sono andata a correre e penso di non aver mai mangiato così tanti moscerini in vita mia... umpf. Chesfaiga!
Augh!



 

sabato 18 settembre 2010

Error



La Q ieri sera ha imparato un'importantissima lezione di vita:
Mai mangiare alle sette di sera se si presuppone di ingurgitare quantità spropositate di alcolici di qualsiasi genere in un arco di tempo compreso tra le undici e mezza e le tre del mattino.

Che errore da principiante.

Pessima Q.

lunedì 13 settembre 2010

2010 Vita di coppia


Ragazzi... CHECAZZOSTASUCCEDENDO???
Non so voi, ma l'anno 2010 pare che sia la tomba delle relazioni.
Vi giuro che dal primo di gennaio ad oggi posso contare (me compresa) OTTO coppie relativamente affiatate che hanno concluso la loro relazione tra lacrime, insulti e quant'altro.
Ok, la gente si lascia e si fidanza tutti i giorni, ma diamine, così, uno dopo l'altro come tessere del domino non l'avevo mai sentita...
Cos'è?
Una strana congiunzione astrale che ha deciso di rivoluzionare i rapporti che duravano dai due ai sei anni?
No, ditemelo, giusto per sapere...
Checazz...

venerdì 10 settembre 2010

Dancefloor



Ragazzi e ragazze.
Pulcini e pulcine.
Ieri ho concluso la mia serata andando a bailar.
E fin qui, tutto bene...
Tuttavia, ammetto, ieri mi è successa una cosa insolita.
Sono infatti uscita in compagnia di una sola fanzulla e di quattro ometti, i quali erano
(forse solo tre, dai...) a caccia.
Ho quindi potuto osservare la dinamica del broccolaggio maschile nei confronti di fanciulle sconciute e, diamine, sembrava di guardare un documentario su Discovery.
Ma ragazze! Ma voi ci avete mai pensato? Che sbattimento!
Per noi è così facile; balliamo e prima o poi qualcuno si avvicina con fare marpione.
Sta poi a noi decidere per il sì o per il no.
Per loro non è così easy. In primis ci vuole una tattica ben studiata, poi c'è l'approccio ed infine bisogna fare i conti con il due di picche che è sempre in agguato.
Ci vuole davvero tanto entusiasmo e tanta buona volontà per attaccare bottone con una sconosciuta in un luogo buio, con pessima visuale e con musica che a livello di decibel corrisponde a quelli di un jet in fase di decollo.
Ragazzi miei. Che vitaccia.
Augh!

mercoledì 8 settembre 2010

Cena e doccia


Io e 075 abbiamo sempre delle magggiche conversazioni. A pensarci bene, potremmo quasi dar vita ad una sit-com.

Q: Vado a fare la doccia
*passano più o meno venti minuti*
Q: Eccomi, ho anche mangiato nel frattempo.
075: Nel senso che hai mangiato sotto la doccia??


Dovremmo essere inserite nel cast di Big Bang Theory; ce lo meritiamo, siamo entrambe sufficentemente nerd.



Confused


Ok, I'm a bit confused.
Il mio cervellino debole e tremolante si agita troppo nella mia crapina. Credo di essermi fatta più seghe mentali in questi giorni che nella mia intera vita. All'improvviso sono diventata come quella cagacazzo di Carrie Bradshaw che non riesce a vivere un fottuto giorno della sua esistenza senza inutili paranoie.
Quindi mi sveglio la mattina con un trilione di domande che si agitano in quella specie di budino gelatinoso che io mi ostino a chiamare cervello e vado a dormire con le medesime domande che non vogliono lasciarmi in pace neanche per cinque secondi.
Ma io dico, perchè?
Di chi è la colpa?
E se ci rifletto, lo so bene di chi è la colpa.
ROAR.
E' lui! Sempre lui! Il maledetto!!
Per colpa del solito soggettino infame che ha ammorbato cinque anni della mia vita, ora non riesco ad essere una fanciulla normale con dei rapporti normali con altre persone altrettanto normali.
O meglio, i rapporti sono abbastanza normali, solo che da qualche parte nel mio cervello c'è qualcosa che continua a farsi un sacco di pippe mentali inutili.
Che nervoso.
In questo momento dovrei essere  cuoriciosa e luccicosa come lo ero un mese fa.
(Non so se ricordate...)
E invece no! Non ci riesco.
Il momento WOWOWOWOWOW è passato ed è arrivato il momento delle domande. Diamine. Quand'è che sono diventata una persona che riflette sulle cose?
Non è mai successo. Perchè proprio adesso? Ma si può? Ditemi se questa non è sfiga.
OK, immagino che voi abbiate capito ben poco di quello che sta succedendo alla vostra beniamina Q, ma non temete, a tempo debito parlerò anche di questo.
Per ora la mia crapina confusa agisce anche sulle mie facoltà di scrittrice rendendomi più difficoltoso spiegare i fatti che si sono riversati sulla mia esistenza negli ultimi mesi... tuttavia... lasciatemi dire che... tra una cosa e l'altra... è una gran figata! A buon intenditor...

 

venerdì 3 settembre 2010

Giornatina


Bene pulcini. In questo venerdì sera casalingo, la Q vi racconterà la sua MIRABOLANTE giornata di ieri! XD
Tutto comincia alle ore otto e trenta con la sveglia, la colazione e il viaggio sulla scattante Sasha per raggiungere l'università.
L'esame inizia alle ore 10.30 e la Q scopre di essere non la numero trenta, ma bensì la numero NOVE, perchè ben 21 iscritti hanno dato forfait.
Evabbeh, pensa la Q, meglio così, via il dente, via il dolore.
Adesso però... comincia il bello.
La Q comincia a percepire un discreto livello di disagio: sudori freddi, mani e piedi ghiacciati, mal di reni e di ovaie (sebbene il mestruo sia lontano anni luce). Vabbeh, in uni c'è l'aria condizionata, sarà l'agitazione...
La Q viene chiamata all'esame (manco a dirlo le viene chiesto il sesto episodio di Paisà, l'unico film che non aveva finito di vedere, ma vabbeh) e si porta a casa un glorioso 27! Olè!
Dopodichè va a salutare le sue amiche e festeggia sparando un paio di cazzate fino a quando non percepisce un certo disagio nel corpicino.
Amiche, vado a casa... - dice la Q - non mi sento tanto bene, però prima passo dallo Stacco a prendere una piadina...
Oyeah proprio.
La Q infatti giunta allo Stacco ordina la sua piadina e comincia a percepire delle strane sensazioni: suoni ovattati, nausea, vertigini... oh-oh.

Scusa, mi potresti dare dello zucchero che non mi sento bene...



Certo! Siediti, sei molto pallida.



Ok..............Grazie.............

La Q si siede sulla sedia, mangia lo zucchero, appoggia il bicchiere d'acqua con manina tremante... dopodichè.... blackout!

Mi sono ripresa qualche minuto dopo e ho visto un sacco di teste sopra di me e un tizio (prestante se non ricordo male) che mi teneva in aria le gambe. Che bella figura, no?
Sono stata soccorsa da camerieri e co. e nutrita ampiamente. Dopodichè mi sono recata a "casa". Le virgolette in alto sono dovute al fatto che non mi sono recata a casa mia. 
Giunta infatti nel luogo prescelto, mi sono un po' sdraiata per recuperare le forze perdute, fino a quando, il proprietario della casa, mi ha fatto notare che - forse - ero un po' caldina.



Dai Q, provati la febbre...

MA PORC!
37,2. :-S



Sono davvero un catorcio, non mi si può portare in giro!

PS: Alla fine però la febbre è scesa e io son andata comunque ad ingozzarmi di sushi.
Buon venerdì sera pulcini. Io lo passerò in pigiama e sono tanto lieta di questo fatto. :D
 

giovedì 2 settembre 2010

ansiansiansiansiansia


Aiuto.
La Q domani ha un esame.
La Q deve passare l'esame.
Perchè così domani sera la Q potrà ingozzarsi di pesce crudo e riso.
Fino a rotolare per la città.
Rotolerà quindi in colonne.
E ingurgiterà litrate di alcolici.
Per riempire lo spazio tra un chicco di riso e l'altro, ovviamente!

La Q farà le medesime cose anche nel caso in cui non passerà l'esame.
Ma è ovvio che con un voto in meno sul libretto sarà tutto molto meno emozionante.

Incrociate le dita per me.