lunedì 11 luglio 2011

Resoconto Riccioniano in pilloline

Raccontarvi per filo e per segno il mio week end sarebbe tecnicamente impossibile, proprio per questo mi riserverò di descrivere in pillole i due giorni passati in quel di Riccione. 

  • Partenza ore 04.30 del mattino da Milano. Telo mare c'è, cibo spazzatura per il viaggio c'è, entusiasmo c'è, sonno c'è pure lui. 
  • Con il proseguire del viaggio il +1 dimostra di essere di grande compagnia crollando in un sonno profondo dal quale è tecnicamente impossibile risvegliarlo se non con dell'adrenalina inniettata in vena, gli altri ospiti della macchina si riservano di cantare e ballare come dei cretini. 
  • Coda.
  • A
  • Tratti. 
  • Arrivo. 
  • Le nostre età mentali, una volta messo piede sul suolo Romagnolo, si riducono drasticamente.
  • Da ventotto a ventidue.
  • Da ventitrè a diciotto. 
  • Colazione, bagno, sole, ombra, piadina, bagno, doccia, sole, ombra, piadina, piadina, doccia, piadina, bagno, piadina, ombra, piadina, doccia, piadina. 
  • Aperitivo. 40 eurelli per una caraffa di spritz. Rischiamo la rissa con il barista ma tutto si risolve per il meglio. 
  • Si aggiungono altri partecipanti al viaggio. 
  • Hotel. Cambio pro serata e via verso il Cocoricò. 
  • A fare cosa???
  • Vi sembrano domande da fare????
  • Ricordiamo che la Q aveva alle spalle (in tutto questo) BEN UN'ORA di sonno. (Essì, perchè non contenta, venerdì sera, sono tornata a casa alle tre e mezza, ho dormito un'ora e alle quattro e mezza viaaa...)
  • Inizia la serata..
  • Un sacco di risate per i soggetti di dubbia natura che popolavano la discoteca. 
  • Una temperatura di circa tremilaquattrocento gradi centigradi e un 84% di umidità. Praticamente un bagno turco con la musica alta. 
  • Però spettacoloso... 
  • Spettacolosissimo. 
  • Il David spacca il culo ai passeri. (Ho studiato ad Oxford. Si sente?)
  • La notte passa. 
  • Sobria. 
  • Accaldata. 
  • Con citazioni di questo genere: "I baristi non lavorano.. nessuno beve.. occcchhheeeeiiiii.. dov'è lo spacciatore??" (E' OVVIAMENTE una battuta!)
  • Stancante.
  • I nostri eroi riescono a dormire quattro ore.
  • Colazione. 
  • Spiaggia. 
  • Dieci minuti di camminata (senza protezione) sul lungomare si trasformano ben presto per la Q in quella che definirei un'ustione di secondo grado. Ma non temete pulcini. Cambierò la pelle come i serpenti e sarò presto come nuova. Ora devo solo stare attenta a non appoggiarmi da nessuna parte. Dho!
  • Pomeriggio in spiaggia.
  • Ore sette e mezza rientro verso Milano.
  • Niente coda.
  • Ma incontriamo l'apocalisse lungo tragitto.
  • Fulmini.
  • Tuoni.
  • Pioggia a secchiate. 
  • Grandine.
  • Il tutto con il Dies Irae di Verdi in sottofondo. Per creare atmosfera.
  • Arrivo a Milano.
  • Sonno.
  • Tanto sonno.
  • Cinque ore di sonno in due giorni sono poche.
  • Troppo poche.
  • La Q si doccia.
  • Si sdraia sul letto.
  • Il +1 la pana nella crema doposole.
  • I due crollano come dei neonati.
  • THE END! 

Che figata pulcini.
Lo rifarei oggi.




  •  

2 commenti:

  1. utente anonimo12 luglio 2011 12:46

    Aloe? Interessante...
    Io ho una piantina all'aloe. Potrei staccarle un rametto e spalmarmelo addosso. Magari funziona. :DD
    LaQ

    RispondiElimina
  2. utente anonimo19 luglio 2011 16:11

    Secondo me nell'alternarsi di spiaggia, ombra, sole c'erano decisamente più piadine! :D

    A.

    RispondiElimina