giovedì 27 ottobre 2011

Ma allora lo fate apposta...

No, scusate... vi devo informare della cosa che è accaduta qualche secondo fa. 

Me ne stavo, bella bella, a cazzeggiare in trivulziana e a pubblicare il post di poc'anzi. 
Quand'ecco che squilla il telefono accanto a me. 


*drin drin* 
laQ osserva il prefisso del numero, ma non ci fa più di tanto caso.
Non ha nome, quindi è esterno al Castello. Risponde...

laQ: Pronto?


Sconosciuto: Buongiorno, starei cercando la dottoressa P.

laQ: La dottoressa S.P?

Sconosciuto: Sìsì! Proprio lei!

*laQ comincia a notare una strana cadenza*

laQ: Eh sì, però questa è la Biblioteca Trivulziana, lei deve chiamare in Archivio Fotografico. 


Sconosciuto: E lei non avrebbe da darmi il numero? Io non ci capisco niente... 

laQ (pensa): Cosa ci sarà mai da capire? E' un numero di telefono! 
laQ (dice): Eh, putroppo non l'ho qui con me e ora non posso aiutarla. 

Sconosciuto: Oh belin... 

O_o

laQ (pensa): Ecco! già mi stai sul cazzo... quindi anche se avessi il numero, non ti aiuterei.
laQ (dice) : Scusi, ma chi le ha dato questo numero?


Sconosciuto: Eh, me l'ha dato G. 

laQ(dice): Capisco...
laQ (pensa): Certo! Perchè anche a Milano siamo in cinque e quindi ci conosciamo tutti. Ma ti pare che io possa capire chi è questa G. se non mi dici il cognome?? Argh! 


Sconosciuto: Eh *sospira*, allora mi toccherà venire lì di persona. 

laQ (pensa): Manco fosse un volo transoceanico. 
laQ (dice): Ma no, scusi, il numero è facilmente reperib...


Sconosciuto: No, sa, perchè io sono di Genova! 

laQ (pensa): Sì, brutto microcefalo, l'avevo capito... 

Sconosciuto: Non so nemmeno come è fatto lì... il palazzo Sforzesco. *ride*

O_o

laQ (pensa): Uno che dice il Palazzo Sforzesco di sicuro non dovrebbe aver niente da ridere. 
laQ (dice): Capisco...


Sconosciuto: Vabbè... la ringrazio, troverò un modo. 

laQ: Si figuri, buongiorno. 
*Abbassa la cornetta e scoppia a ridere* 

Eh, ma allora ditelo che lo fate apposta! 


Ps: Il dialogo è riportato molto fedelmente. E' avvenuto pochi istanti fa ed è ancora bello fresco nel mio cervellino. 

Nessun commento:

Posta un commento