venerdì 16 dicembre 2011

"Grazie" e "per favore" cadute in disuso...

Oltre al passato remoto, oggi mi sono resa conto che per favore e grazie sono due parole che sembrano aver perso di importanza e di significato.
La cosa apparentemente insolita, tuttavia, è che non è la gioventù d'oggi ad averle dimenticate, ma i vecchi di ieri.
Oggi infatti ero alle prese con un lavoro diMMerda (perchè sì, il SC è finito, ma io mi odio profondamente e quindi mi sono cacciata nell'ennesimo lavoretto da hostess che mi ha ucciso le ginocchia, tirato i nervi a fior di pelle e sfracassato le balle); nello specifico, ero collocata in una profumeria a fare quella che solitamente io definisco la "tipella che ti spruzzetta" (nomigolo agghiacciante, I know) ossia a far provare ai clienti una nuova fragranza della XY casa cosmetica.
Nello stare in piedi per OTTO lunghe ore, mi sono resa conto di quanto detto poco sopra.
Partiamo dal presupposto che la gente che è entrata in quel posto è poca e fondamentalmente sfigata, tuttavia, mi sono resa conto che le poche persone che: ringraziavano, mi sorridevano, rispondevano gentilmente "no grazie" e non mi guarda come se fossi una mentecatta erano tutti individui che non superavano i 30/35 anni.
Comprese le tre rincoglionite che lavorano nel suddetto negozio. Cafone e maleducate che si permettono di trattarmi come se fossi l'ultima delle stronze capitata lì per carità di dio. Mi chiedono di prendere i sacchetti nel retro, come se fossi lì per quello, e di controllare gli angoli per buttare un occhio ai clienti con la "mano lunga", però quando mi siedo istantaneamente (sai, 8 ore in piedi sono tante) sulla sedia accanto allo specchio del trucco mi dicono che se passano i loro capi si arrabbiano con loro "perché non si può" e me lo dicono facendo "no no" con la testa e la manina e spiegandomelo come se fossi rincoglionita. Ma andate un po' a cagare và. 
Mi sono stufata di sentire la gente che si lamenta della mia generazione (a quanto sembra) senza ideali, fancazzista, senza idee, ignorante e scorretta. Perché da quel che risulta a me i più scorretti, fancazzisti, ignoranti, senza ideali e senza idee sono tutti i rincoglioniti che pretendono rispetto dai più giovani senza darne alcuno. Che esigono dei favori senza ricompensarli in alcun modo.
Che si sono scordati di come essere cortesi e gentili con una ragazza che passa otto ore in piedi con un profumo in mano giusto per guadagnare qualcosa per pagarsi le vacanze.

Ma andate a cavar patate dal ghiaccio. Imbecilli. 

2 commenti:

  1. Questo post è da Standing Ovation...davvero...condivido ogni singola parola!!! :-)

    RispondiElimina