giovedì 2 febbraio 2012

Parigi ha la chiave del cuor...

... ovunque profumo d'amor. 
Così canticchiava Sophie, la cugina dell'imperatrice, in Anastasia. 
Eccheddire pulcini miei. Paris! La vie en rose! La Tour Eiffel! Notre Dame! 
Io amo Parigi.
Non saprei dire se profuma d'amore. Ma sicuramente profuma di città che mi piace. 
Il viaggio di quest'anno è stato gradito ed inaspettato. Infatti è stato nientepopòdimenoicchè un regalo del +1. Lui l'ha regalato a me e l'amica A l'ha regalato al suo fanciullo. Così, tutti e quattro assieme, siamo partiti mano nella mano alla volta di Parigi. 
Tanto per cominciare, su quattro persone, una sola sapeva il francese, in due l'inglese e uno il tedesco (quindi era perfettamente inutile). Abbiamo fatto quello che potrei definire il classico giro da turisti, abbiamo fotografato più o meno ogni cosa ci passasse davanti e abbiamo mangiato. Molto. Molto. Ma davvero tanto eh. 
Credo di aver sviluppato una leggera assuefazione al burro. 
E ho assaggiato i Macarons. Mamma mia.Grazie di esistere signor Ladurée. 
Devo dire che mi sono divertita. 
Molto. 
Non era la prima volta che visitavo Parigi. C'ero già stata nel lontano 2005. Ma non me l'ero sicuramente goduta così tanto. Insomma. Un gran bel viaggio. 
Correderò il finale con qualche fotina scattata qua e là. 
Enjoy. 
















Ah, già, dimenticavo... passeggiando, abbiamo anche trovato (a mezzanotte meno dieci) la via di Midnight in Paris. :)

 




7 commenti:

  1. Che belle foto! Parigi ha sempre un fascino particolare!
    Il mio ragazzo vive lì da quasi un anno e io faccio la spola tra Parigi e Milano tutti i mesi.
    All'inizio è stato difficile, viverci ti fa notare tutti quei difetti che quando ci si va in vacanza non si notano o non sembrano importanti. La cosa che proprio non riesco a sopportare è la sporcizia, è una città sporca in modo incredibile! Poi non so, ha quel fascino un po' decadente che non riesco a capire fino in fondo.
    Con il tempo però ho cominciato ad apprezzarla con i suoi negozietti adorabili e boulangerie ad ogni angolo, ah la baguette è la cosa che mi manca di più quando torno in Italia...
    Ci ho messo un po' a capirla, ma alla fine è pur sempre Parigi e non si può non amarla!
    Visto che ti sono piaciuti i macarons ti consiglio la prossima volta di evitare Ladureé e passare invece da Pierre Hermé, noterai la differenza!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Me lo segno. La prossima volta sarà mio preciso compito andarci ed ingozzarmi di Macarons come se piovessero. xD
      Cmq, anche se sporca, Parigi è pur sempre Parigi.E, avendole visitate in tempo ravvicinato, ti dico anche che Parigi batte Londra cento a due. :P

      Elimina
    2. Aspetta... ma i Croissant? Io ne mangiavo come minimo quattro al giorno e solo perchè mi trattenevo. xD Awwwwwww solo a pensarci mi viene la bavetta!

      Elimina
  2. Eh sì, anche i croissant meritano...
    A Londra invece sono stata solo una volta in giornata, io e le mie amiche malate di mente abbiamo fatto una full immersion nello shopping londinese. Divertente, ma non posso proprio giudicare la città, mi piacerebbe andarci con calma se non altro per visitare i musei, ma è una città che non mi ha mai attirato più di tanto, sarà il clima!
    Credo che sicuramente Parigi sia più vivibile di Londra anche come costi, e poi il cibo...Mi è venuta voglia di croissant!

    RispondiElimina
  3. ah, leggo ora del lanciafiamme da borsetta...Genio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un'arma utilissima in caso di code molto lunghe, individui molesti e fastidiosi, ragazzini urlanti in metropolitana la mattina presto ecc...
      Ti cito un dialogo avvenuto realmente:
      Amica: E perchè non un fucile? Un lanciafiamme per forza?
      LaQ: Certo! Hai idea di quanto sia faticoso togliere il sangue dai vestiti? Il lanciafiamme non sporca!

      Elimina
  4. Buonerrimi i Macarooooooooons!!! *_____*

    RispondiElimina