lunedì 26 marzo 2012

Differenze

Ecco la Q che parte con una delle sue solite disquisizioni filosofiche, state un po' a sentire...

Diciamo che al mondo esistono sostanzialmente due tipi di persone. Le persone A e le persone B. 

Il tipo A è composto dalle persone "passo passo", ossia quelle che quando vogliono fare una cosa riescono a gestirla dall'inizio alla fine e che la suddividono in pezzi se si rendono conto che é troppo grande per loro. Il tipo di persona A è meticoloso, scrupoloso e ha un grande senso del dovere e porterà a termine tutti gli obiettivi che si prefigge. Magari ci vorrà del tempo, ma tentando e riprovando, alla fine, in un modo o nell'altro, l'avrà vinta.                                                                                                                                                                                                                                      

Il tipo B invece è composto dalle persone "o tutto o niente". Esse sono discontinue e disordinate, caotiche e confusionarie nel modo di fare. Spesso cominciano duecento cose e non riescono a portarne a termine nemmeno una. Si annoiano, si stufano, se non riescono o non si sentono ispirati in qualcosa lo lasciano perdere e preferiscono gettare la spugna piuttosto che insistere. Non riescono a fare la cose poco alla volta, ma di tanto in tanto trovano quello stimolo giusto, quell'appiglio, che li fa balzare in sella e gli fa ottenere, in un attimo, il risultato che bramano. 

La Q, manco a dirlo, appartiene al gruppo B.
Nel caso non vi venga in mente un esempio pratico di ciò, vi espongo brevemente: 
Mia sorella, da piccola, ha imparato a camminare poco alla volta. Ha cominciato a fare dei brevi tragitti: dal divano alla sedia, dal letto alla scatola dei giocattoli, dal tavolo al bidet e così via. Ha imparato poco per volta a sentirsi sicura sulle sue gambe per poi imparare gradualmente a camminare. 
Io ho imparato a camminare ad un anno. Prima di quel momento mi muovevo solo a quattro zampe o sorretta dalla mamma. Poi un giorno, improvvisamente, mia mamma mi ha visto alzarmi da terra, camminare fino allo scatolone dei giocattoli, prendere una palla colorata e tornare indietro sicura e salda sulle mie gambette tremolanti. Ta-dà. 
E nel caso non vi bastasse, ne ho un'altra.
Mia sorella ha preso la patente a 18 anni. Subito dopo ha cominciato a guidare poco alla volta. Prima tragitti brevi da sola, poi con qualcun'altro in macchina, infine tangenziale e autostrada. 
Io ho preso la patente a 19 anni e fino alla veneranda età di 21 anni mi sono sempre rifiutata di guidare,
Chiaramente, mia sorella, è un tipo A. 
Tutto questo per dire che, ora come ora, risento un po' dello stress e dell'angoscia che le persone tendono a rovesciarmi addosso a causa della mia mancata occupazione nel mondo del lavoro. Soprattutto perchè queste persone NON sono quelle che mi mantengono (ergo Mamy & Daddy) che forse sono le uniche che potrebbero avere qualcosa da ridire. 
Ci tengo anche a precisare che io non è che me ne stia esattamente con le mani in mano. Qualche lavoretto lo faccio, certo, sono i soliti lavoretti da Hostess e Promoter che ormai faccio da anni, ma per ora il mio obiettivo è pagarmi le vacanze e qualche altro sfizio durante l'anno. È forse un delitto? Non ho ancora trovato niente e non perchè io non ci abbia provato. Ho inviato curriculum a destra e a manca e ho chiesto a chiunque per lavori di qualsivoglia genere, che dire? Anche mia mamma, che mi conosce, sa bene che per me è un periodo difficile e non insiste. Inoltre lei mi vede lavorare quel minimo che basta per avere la mia piccola indipendenza economica e probabilmente, per ora, è soddisfatta. Lei stessa sa bene che appartengo al tipo B e sa anche che insistere, con un tipo B, vuol dire solo peggiorare la situazione. 
L'insistenza infatti non farà altro che ottenere l'effetto opposto, ossia rigetto e rifiuto nei confronti di qualcosa o qualcuno. 
Detto questo, se conoscete qualcun'altro del tipo B, lasciatelo in pace. 
Consigliate pure, dite la vostra, ma dopo un po', per favore, mollate il colpo. Eh, dai, sù. 

5 commenti:

  1. Cosa vogliono i cosiddetti rompiscatole? Spaccano pietre? vanno in miniera? Chiedigli dove ci si segna che così anch'io mi cacio vedere a far qualcosa, su!
    XD

    RispondiElimina
  2. *faccio (vedere a far qualcosa (abbiamo anche la correzione automatica, proprio perché siamo pigri pigri)

    RispondiElimina
  3. C'è dell'accanimento nei confronti della mia nullafacenza lavorativa. Mah..

    RispondiElimina
  4. Eccomi, altro tipo B!!! :P
    E infatti lo dico anch'io: LASCIATEMI IN PACEEEEEEEEEEEEEEEEEE!!!!! >___>'

    RispondiElimina
  5. Oooohh! La Voce della verità!

    RispondiElimina