venerdì 6 aprile 2012

Emmòbbastadavveroperò!

Oggi è venerdì santo, giusto?
Di magro, giusto?
Mi sembra allora il giorno migliore per affrontare un argomento.
Dirò una cosa impopolare, me ne sbatto, criticate pure, al 90% non riceverete risposta perché io le critiche non le so affrontare (sindrome di Peter Pan docet).

Ora però devo dirlo. 
Vegetariani e vegani di tutto il mondo.... MI AVETE SCASSATO LA MINCHIA!! 
Ma porca vacca! Ma la piantate?
Io ora faccio una piccola postilla. Non me la sto prendendo con tutti coloro che decidono di non mangiare carne e alimenti di derivazione animale (qualsivoglia sia il motivo, non sto qui a disquisire su questo perchè altrimenti facciamo notte), ma bensì con tutti quelli che lo decidono e che scassano i coglioni a coloro che non la pensano come loro. 
Porca vacca! BASTA!
Sarà una settimana che vengo bombardata su facebook da immagini come la seguente: 



Ecco, mi avete scassato la minchia! 
Basta! Avete fatto la vostra scelta! Cosa pensate di ottenere con queste immagini? 

Che uno una mattina si svegli e dica: "Thò, l'immagine che il mio amico Ciccio Pasticcio ha pubblicato su facebook mi ha fatto riflettere, da oggi sarò vegano."
Scusate, ma se qualcuno ci crede davvero, mi faccio una grassa risata. 
Eddai. 

Sei vegetariano?
Bravo. 
Non mangerai l'agnello a Pasqua?
Bravo! 
Bevi il latte di soia perché sai che la mamma mucca soffre?
Bravo. 
Non mangi il pesce?
Bravo. 
Ti nutri solo ed esclusivamente di legumi, verdurelle e latte di soia. 
Bravo! Guarda, ti faccio anche un applauso se vuoi. 
Ma, cortesemente, non venire a scassare le balle a me che Sì mangio la carne, che sì mangio l'agnello e ti dico anche che è buono, che sì la mattina bevo i cereali con il latte e che sì mi abbotto di sushi.
Lasciami in pace.
Hai fatto la tua scelta, io ho fatto la mia, tu puoi non condividere, puoi pensare che io sia una persona pessima e che brucerò per sempre all'inferno, ok, bravo, pensalo, ma non venire a farmi la predica. 
Questo no, non lo accetto.
È un po' come se io fossi lesbica e spaccassi le balle alle mie amiche perchè invece loro sono eterosessuali. 
Non che ci sia nulla di male ad essere gay (come non c'è nulla di male ad essere vegetariani o vegani) ma ognuno ha le sue idee e i suoi gusti, quindi non ha senso tentare di convincere qualcuno a fare una cosa solo perché la fai tu. 
Quindi basta!
Lasciatemi in pace. 
E visto che sono in rompicazzo-mode, sapete che vi dico!? Oggi è venerdì santo? 
Sì! E io ho mangiato la bisteccaaaaaa!
Oh! 
Non rompetemi le balle.
E ve lo dico... così! 

6 commenti:

  1. Può non piacermi l'agnello? ;)

    (la pecora in sé è inutile in tutte le sue forme ed utilizzi, se fosse per me sarebbe estinta da tempo :D )

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahah! Sìsì, non sei la prima persona che me lo dice. :))

      Elimina
  2. Non mangiare l'agnello, mangia un vegetariano, lo sanno tutti che i vegetariani, per sopperire, SI ABBOTTANO di merendin. E poi la loro carne, non essendo contaminata da proteine animali, è più e nera e salutare
    ECCHECCAZZO!

    RispondiElimina
  3. Io credo non sia diverso rispetto a quando si cambia immagine per un referendum, una guerra, per una causa che si vuole sponsorizzare, si sente il bisogno di esprimere la propria opinione verso quella che si percepisce come ingiustizia o crudeltà. L'orientamento sessuale non è una scelta e non fa male a nessuno, decidere cosa mangiare ha delle ripercussioni sull'ambiente e sul mercato, non è una questione di gusti su cui non si può cambiare idea, tanta gente che ama la carne ne ha drasticamente ridotto il consumo dopo essersi informata, o ha imparato come comprarla anche perché gli venivano rotte le palle su quanto sono crudeli e di scarsa qualità gli allevamenti intensivi. Secondo me spesso dà fastidio perché la coda di paglia c'è, specialmente quando si tratta di animali che hanno un mese di vita e che vengono uccisi in massa per tradizione (non intendo dire che sia il tuo caso eh!).
    Poi io non sono vegetariana e non condivido molte delle loro motivazioni e dei metodi che usano per diffonderle, ma credo che lo scopo di quelle immagini sia far riflettere sulle scelte alimentari, spronare la gente a non comprare passivamente le stesse cose per abitudine ma a capire cosa c'è dietro e fare acquisti consapevoli.

    RispondiElimina
  4. Sono super d'accordo con B. Hai ragione, Q, non è giusto stressare qualcuno per convincerlo a cambiare idea. Però è giusto cercare di informare, far sapere che quello che mangi non sono fettine che nascono confenzionare al carrefour ma che l'agnello è un cucciolo. Secondo me c'è una via di mezzo tra mangiare carne senza informarsi e nutrirsi brucando il muschio del tetto di casa : controllare che gli allevamenti rispettino determinate regole nell'allevamento,per le condizioni di vita degli animali e nella uccisione anche..sabotare le ditte e gli allevamenti che non le rispettano e così via

    RispondiElimina
  5. Mascerto! Avete perfettamente ragione, il post era solo una delle ennesime esplosioni del mio celeberrimo "rompicazzo-mode". :)
    Mi trovo d'accordo con quello che dite, aggiungerei solo che, secondo me, facebook non è il luogo più adatto da utilizzare per questo bombardamento di informazioni che più che interessare e far riflettere infastidiscono. Soprattutto se corredate di commenti poco gentili e poco gradevoli nei confronti di coloro che non hanno scelto di essere vegetariani.
    Informarsi e informare è giusto, ma diciamo che ci sono modi e luoghi che sono assai più adatti e che rendono una persona maggiormente disposta all'ascolto.

    RispondiElimina