mercoledì 23 maggio 2012

HABEMUS VACANZA

Ooh!
Scusate, ma mi sento in dovere di raccontarvi il (lieto) fine della mia odissea vacanziera. 

Sono stata un po' fuori dal mondo in questi giorni a causa dell'amato-odiato Taste of Milano 



Argomento che ritengo richiederà un post a parte, ma che in questi passati quattro giorni mi ha scombussolato non poco. 
Vi basti sapere che, di ritorno nel mondo reale, dopo aver scoperto i fatti di cronaca che ignoravo (terremoti e  bombe), sono riuscita a prenotare le vacanze. 
O almeno una fetta di esse.
EUREKA. 
Infatti, rullo di tamburi, laQ si recherà all'Isola d'Elba. Olè! 
Meta di vecchietti e bambini, I know, ma noi ci andiamo in moto, quindi checc'efrega.
Ho già mal di schiena al pensiero delle cinque ore per andare a Piombino a prendere il traghetto, ma posso farcela. 
Ordunque, riassumendo, dal 21 al 25 io e il +1 staremo girando per la gioiosa isoletta armati di crema solare, costume da bagno, qualche paio di mutande e probabilmente... basta, visto che saremo in moto e lo spazio sarà poco ed essenziale. 
Ma il progetto vacanze non finisce qui; infatti, la settimana prima, andremo a Lignano Sabbiadoro, meta di crucchi, bambini e vecchi. O yeah!
Il mare sarà pessimo dunque, ma la compagnia no.
Infatti il +1 c'ha i suoi gggiri di amicizie e questo basta e avanza. 

Detto ciò, una settimana al mare avrà come ingredienti: il putrido mar Adriatico, lo spritz a due euro e cinquanta, una compagnia di veneti casinisti e ubriaconi, caraffe di americano come se piovessero, biciclette, serate sulla spiaggia con musica ignorante, amici vari e la ex del +1 (dettaglio infelice, ma quasi inevitabile aimè). 

La settimana successiva (5 giorni successivi in realtà): lo splendido mare cristallino dell'Isola d'Elba, interminabili ore in moto (Milano - Piombino), moscerini spiaccicati sulla visiera, cene di pesce sul lungomare, gitarelle nell'entroterra, piacevoli mezz'ore di moto (Porto Azzurro-Portoferraio) e forse amica A e rispettivo +1 che ci raggiungeranno in data da destinarsi. 
So happy. 
Ora bisogna solo che il dio dei lavoretti occasionali mi guardi dall'alto della sua poltrona di velluto rosso e decida di donarmi altri innumerevoli lavoretti entro fine giugno. Affinché io possa avere ancor più dané che contribuiscano alle mie liete vacanze. :)))
Tra l'altro... come si potrebbe chiamare il dio dei lavoretti occasionali? Soldolo? No, sembra l'ottavo nano. 
Contrattus a porgettus. No, sta male. 
Any suggestions? 
Baci sparsi
AUGH! 

mercoledì 2 maggio 2012

WHY?

Ma perché? 
Perché a me??? 


Inutile dirvi che ho le lacrime agli occhi dal ridere.