giovedì 25 ottobre 2012

E poi non mi devo incazzare...

Ieri sono andata a teatro.
E ho visto una delle più esorbitanti cagate della storia.
A casa di David.
E me ne fotto se il mio parere offenderà qualcuno, ma tanto voglio davvero trovarlo uno a cui quella mmmerda è piaciuta davvero.
Cast (con UNA e solo UNA eccezione) raccolto dal set di qualche fiction italiana; probabilmente "Gli occhi del cuore", Boris docet.
Tanto per dirne una, il primo nome sulla locandina, scritto quasi più grosso del titolo... era Melissa Satta.
Ora, cuoricino, stellina dolce, ma il teatro?
Chi o cosa ti ha fatto credere che tu potessi farlo?
All'Outoff per giunta
Perchè anche io, a 17 anni ho fatto Grease e Sette spose per sette fratelli, sì, ma al teatro dell'oratorio! Con i miei amici. Con la regia di una delle mamme che itineravano per quel luogo. Cazzo!
Melissa. Non è roba per te!
Lascia il teatro a chi sa fare il teatro e torna a fare la mignottella in tv. Che sei figa l'abbiamo capito tutti. Approfittane prima che ti vengano le zampe di gallina e che le tette ti arrivino alle ginocchia.
E poi io non mi devo incazzare...
No, devo stare tranquilla a vedere quattro scappati di casa (quattro e non cinque) che non hanno un senso logico atteggiarsi come Eleonora Duse.
Devo stare tranquilla a vedere uno spettacolo pieno di buchi, di pause noiose e inutili, con una sceneggiatura/drammaturgia di una tristezza infinita, senza capo nè coda, che si prende TROPPO sul serio.
Fare uno spettacolo con le tre amiche del dottor Cane (presumibilmente la moglie, l'amante e la figlia) richiederebbe, per avere anche solo un minimo risultato umano, un testo ironico e spiritoso. Ma non così. Non con una sorta di critica semi seria al mondo delle coppie, o forse è proprio quello dei single che si vuole criticare... voi l'avete capito? Boh.
Io ho solo capito che Melissa Satta ha dei bei capelli, visto che li aveva costantemente in faccia e che non le piacciono le ciabatte rosa (informazione acquisita da un retroscena).
Le altre due ragazze... boh. Entrambe bionde, entrambe delle fighe atomiche, con la capacità recitativa di un criceto che gira nella ruota. Anzi no... la bionda che faceva il troione russo quasi la salviamo. Non perché fosse brava (non esageriamo adesso) ma almeno era credibile. Russa, sarà stata russa, quell'altra cosa... hem.
Insomma.
Il protagonista... vabbè basti dire che ha diretto e interpretato una caHata di queste proporzioni. Tirate voi le vostre somme.
Non mi esprimo sul quinto interprete anche perché, per ovvie ragioni, è l'unico sul quale non c'è alcuna critica da fare. Come è stato detto ieri: "sembrava photoscioppato lì da un altro film.".
Detto questo. Grazie davvero; vedere queste cose mi convince sempre di più che non è per merito che si ottengono le cose ma per raccomandazione. È davvero splendido. Le mie prospettive future diminuiscono ogni giorno di più e questo anche grazie a minchioni come i quattro di cui sopra.
Grazie.
Grazie davvero.
Ah, giusto... il mio consiglio a chi voleva vederlo?
State a casa!  Chessò, a lavarvi i capelli, a tagliarvi le unghie dei piedi o a soffiarvi il naso. Ne otterrete sicuramente un piacere maggiore.
Augh.

2 commenti:

  1. avessi letto che c'era melissa satta non avrei speso un euro XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E hai ragionissima. Ma noi siamo andati per la quinta persona. :)
      Inoltre pensavamo -ingenuamente- che, a parte la Satta, non ci sarebbero stati solo cagnacci... ci sbagliavamo!

      Elimina