giovedì 15 novembre 2012

Felicità tascabile

Oggi faccio la blogger tecnologica e scrivo dal telefono. Non per qualche reale necessità,ma solo perchè sono troppo pigra per accendere il pc. Perdonatemi quindi per la scarsità di punteggiatura, ma dal cellulare è complesso accorgersi di quando e dove c'è realmente necessità di virgole. Detto ciò, sento il bisogno impellente di comunicare al mondo quanto questa giornata mi abbia provato psicologicamente e fisicamente, nemmeno una cena con amici é riuscita a distrarmi. Ho avuto dei momenti di nebbia totale nei quali avrei tanto voluto che qualcuno mi chiedesse:"tutto bene?" solo per potermi mettere ad urlare. E altri in cui faticavo a ricacciare indietro i lacrimoni. Ma nonostante ciò ora sono a casa, nel mio lettino, e sento il bisogno di uno dei miei libri ristoratori. Quelli dove tutto finisce sempre per il meglio e dove anche le tragedie hanno un lieto fine. Al 99,99% i miei libri ristoratori sono scritti tutti dalla medesima autrice : Bianca Pitzorno. Oggi è la volta di Tornàtras.
Perché anche quando tutto sembra grigiolino e triste, è bello sapere che da qualche parte si riesce sempre a trovare un pochino di sole. Bianca Pitzorno é il mio piccolo sole tascabile e la ringrazio profondamente per aver rischiarato tanti mie giornate nuvolose.

2 commenti:

  1. oddio che difficoltà scrivere dal telefono ç.ç poi l'app di blogger ha un quarto delle funzioni necessarie -.-
    comunque proviamo a vedere lo spiraglio di luce :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, in effetti ci ho messo più o meno mezz'ora. Ma ero troppo pigra per accendere il piccì e portarmelo a letto. Che gioventù.

      Elimina