lunedì 24 dicembre 2012

24 dicembre - Vigilia e pensieri dal gabinetto

Ed eccoci. Non ci posso credere. Ce l'ho fatta! 
Il mio calendario dell'Avvento si è compiuto per davvero. 
Ho iniziato una cosa e l'ho portata a termine. 
Ho mantenuto un impegno per più di sei ore. 
Senza piangere.
Senza pestare i piedi.
Senza avere crisi isterico-depressive. 
Anbelivabol. 

Per rendere memorabile questo evento voglio condividere con voi un pensiero poetico che ho trovato oggi scritto sul porta carta igenica di un bagno pubblico. 

"Siamo tutti nati per realizzare i nostri sogni e vivere  felici." 

E, ok, l'avrà scritto qualche bimbaminchia desiderosa di diventare una velina e sposare un calciatore, ma oggi, lo si può accettare come pensiero profondo e ricco di verità. 
Quindi, visto che è Natale, ci crediamo.
Oggi si può credere un po' a tutto e a tutti; alla realizzazione dei nostri sogni, ad un futuro roseo e cuoricioso, ad una vita lunga e piena di happyness e di soddisfazioni.
Si crede a:
- dopo le feste mi metto a dieta;
- l'importante è il pensiero; 
- no, mamma, io non bevo;
- sì papà, torno presto;
- io non guido se ho bevuto; 
- ma che bello questo aspirabriciole a forma di mucca, è proprio quello che desideravo. 

Oggi si crede a tutto e a tutti, e anche ai pensieri sui porta carta igenica. 

Detto ciò, abbottatevi di cibo e scartate più regali possibili. 
LaQ vi augura un Buon Natale. 


Augh! 

Nessun commento:

Posta un commento