martedì 1 gennaio 2013

Duemilaecredici

Quest'anno la letterina all'anno nuovo e a quello appena terminato sarà breve e concisa. 
Questi ultimi 365 giorni mi hanno regalato numerose sconfitte sotto numerosi punti di vista, donandomi la gioia di lasciare questo 2012 con l'amaro in bocca. Anzi, più che amaro direi proprio che era sapore di merda. 
Risollevato fortunatamente nelle ultime ore trascorse in serenità con persone che mi hanno fatto sorridere, questo 31 dicembre non mi ha fatto rimpiangere in alcun modo di poter finalmente gettare nel cestino il calendario 2012. 
Mi sono sentita dire, e solo nelle ultime 48 ore, che sto sprecando la mia vita, che limito le persone che mi stanno vicino perché, non avendo un lavoro, non mi posso permettere di viaggiare o di comperare tutto ciò che desidero, che quello che faccio (ossia studiare e guadagnare con i lavoretti che a destra e a manca riesco a trovare ogni mese) non basta e che dovrei fare di più, che non mi sbatto a sufficienza, che non prendo decisioni opportune e che vivo alla giornata. 
Sinceramente non penso che il cambiare un numero nell'anno possa portarmi qualche giovamento, quindi per ora mi auguro solo che le cose non peggiorino. 
Poi, al momento, mi sta venendo una nausea mai vista e quindi penso che correrò in bagno.
Buonanotte pulcini, buon anno.

2 commenti:

  1. Chi ti dice queste cattiverie? >_>

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Persone che ultimamente sono cattive e antipatiche.

      Elimina