venerdì 22 febbraio 2013

Il gioco degli 11

Oh, quanto tempo che non scrivo minchiate che nessuno ha voglia di leggere. T'ho guarda.
Il modo migliore per riempire questo spazio inutilizzato è sicuramente con uno di quei giuochini stupidi che navigano per la rete. Quindi, especially thanks to Carota, ecco a voi il gioco degli 11.
Ossia, 11 domande alle quali rispondere, 11 fatti su di me e 11 domande scaturite dal mio cervellino alle quali dovrete rispondere voi.
Let's do this.

1. Vi capita mai di avere la risposta pronta ma mai qualcuno che vi fa la domanda?
Oh, sì, assai. Soprattutto quando mi fanno arrabbiare/mi insultano. Il mio cervello smette di funzionare, le vene si chiudono e l'unico pensiero che rimbalza è: "COLPISCILO COLPISCILO! C'è una bottiglia lì accanto. COLPISCILO CON LA BOTTIGLIA". Sì, per natura sono un po' violenta, ma la maturità di 25enne mi ha insegnato a trattenere gli istinti omicidi. Poi, quando il cervello si rilassa e l'attacco isterico passa, mi vengono in mente tutte le frasi brillanti che avrei potuto dire invece che star lì, con sguardo ebete, cercando di placare la voglia di carneficina e sterminio. 
2. Quando e perché avete aperto il blog? (ok, questa è trita ma son curiosa anch'io)
Domenica 8 novembre 2009. Di ritorno da un viaggio a Genova, con ore di ritardo causa sciopero Trenitalia, ho deciso di scrivere qualche boiata per la rete. Così, a caso, senza motivo o scopo ben preciso. Ma mi è venuto in mente che a me piaceva/piace scrivere e volevo un posto dove poterlo fare in modo semi-anonimo. Come se fosse un diario, un diario pubblico però. Inutile dire che la speranza era che qualcuno mi leggesse volentieri, tsk, sì, come no.
 3. Quando Berlusconi vince le elezioni, vi capita mai di chiedervi come sia potuto succedere?
Non arrivo mai a farmi domande di questo tipo. Di solito mi fermo a pensare a come mai Dio (o chi per esso) si è portato via Giorgio Gaber e Fabrizio De Andrè e ci ha lasciato IlSilvio. No sense
4. Come dovrebbe essere la vostra giornata ideale?
Difficile. Dipende dalla situazione. A volte la giornata ideale è sveglia alle 11, colazione, pisolino, film demenziale, merenda, altro film, libro, pisolino, cena e buonanotte. In altri casi è una giornata per la quale ho talmente tante cose da fare che ogni secondo spero che mi investa un autobus per porre fine all'agonia (ma poi a fine giornata sono contenta sia andata così perchè mi sono divertita). Dipende, che dire. 
5. Quando leggete un libro o guardate un film, cosa deve avere per potervi rendere completamente soddisfatti?
A fine film/libro penso: "lo rileggerei domani?". Se la risposta è Sì, allora sono completamente soddisfatta. 
6. Mai provata l'ipnosi? Cosa pensate a riguardo?
Nu, mi manca. Tutto quello che so proviene dai film e ritengo quindi che non sia sufficientemente attendibile. 7. Come vedete la domenica?
Sabato è il giorno sacro (quindi relax) la domenica è il giorno nojoso. 
8. Cibo dolce o cibo salato?
Direi che patatine fritte e focaccia sconfiggono muffin e cheescake. Il dolce dopo un po' stufa, il salato GIAMMAI! 
9. Come vivete i rapporti di coppia?
Dipende. Ne ho vissuti tre (semi seri) e li ho vissuti in modo totalmente differente. Però in linea generale sono allergica ai romanticismi e nutro sempre un odio profondo per almeno UN amico del +1. 
10. Il più vecchio amico che vate, a quando risale?
Risale allo stato di feto o di embrione. Le mamme si conoscevano ancor prima che noi venissimo pensate, di conseguenza noi ci siamo conosciute poi. 
11. Anche per voi è stato molto faticoso pensare a undici domande?
Eh, te lo dico tra un po', và. 

Ora 11 cose su di me. Urgh. 
  1. Camera mia è una specie di bunker dove sembra sia appena esplosa una valigia contenente un numero indefinito di vestiti e oggetti vari. Perché non metto in ordine? Bho, perché il animo incasinato si trova meglio in un ambiente che lo rispecchia (scusa per non riordinare di livello). 
  2. Amo studiare. É vero, quando poi devo farlo me ne lamento e piagnucolo dicendo che non so nulla, ma se potessi scegliere vorrei essere nata ricca per poter studiare per il resto della mia vita. Son cose. 
  3. Non ho però la pazienza per insegnare. Quando spiego una cosa, se la persona dall'altro lato non capisce, mi trovo sempre a dover scegliere se ripeterlo con tono severo o colpire l'interlocutore con una mazza. 
  4. Mi piace andare a correre. L'ho ri-scoperto ultimamente quando, con l'acquisto della magica maglia termica, ho appreso che posso correre anche a febbraio senza morire di freddo. 
  5. Odio le serie tv che lasciano troppe cose in sospeso. Tipo Lost. No, mollatemi. Se devo vedere una cosa come una serie tv ESIGO ce a fine puntata si sia svolto tutto e ci sia un finale degno di essere chiamato tale. Non tollero di dover aspettare otto serie per scoprire cosa è successo nella prima puntata. Ho smesso di vedere Desperate Housewives anche per questo motivo. 
  6. AMMACCABANANE. 
  7. Ho cominciato a guidare più di un anno dopo aver preso la patente. Che dico... anche due. Mi sono patentata nell'ottobre 2006 e ho cominciato a guidare, se non erro, nell'aprile 2009, con l'avvento della piccola smart Sasha. Ovviamente ho totalmente disimparato ad usare il piede sinistro alla guida. Frizione? Friz...che?
  8. Non sono una che si fa tanti problemi ad essere femminista sul corpo femminile. Basta con tutte le fesserie del "ogni donna è bella solo se è formosa"... IL CAZZO! Tutte vorremmo essere un po' più magre, un po' più bionde, con i piedi un po' più piccoli, con il naso un po' all'insù ecc...Anche chi dice "io sto bene con i miei kg di troppo" o "io mi accetto esattamente così come sono" sputa invidia dalle orecchie quando vede una tipa magra e magari pure tettona in spiaggia che mangia un gelato al quintuplo cioccolato (che peserà più di lei) e vorrebbe seppellirla con la testa sotto la sabbia. Ammettetelo donne! Siate sincere! Dio vi guarda. 
  9. Amo il teatro, ma non amo allo stesso modo il cinema. Per semplificare il tutto trascriverò una delle mie massime preferite: se devo annoiarmi al cinema, vado a teatro. 
  10. In questo momento sto facendo molta fatica a scrivere perchè sono sdraiata sul letto, ho il pc sulle ginocchia e ho il gatto che mi fa la felpa sulla pancia. Help. 
  11. Ho iniziato un altro blog! Durerà? Mbho. Per ora, se vi interessa, lo potete trovare qui.http://brunchdinatale.blogspot.it/ 
Ora devo inventarmi 11 domande per l'anima pia che avrà voglia di proseguire questa boJata. 
Dunque. 

1 Sei una persona gatto o una persona cane?
2 Hai un film (uno ed uno solo) preferito? (No, visto che io alla domanda "qual'è il tuo film preferito" non so mai rispondere)
3 Qual'è stato il peggior voto scolastico che hai preso? 
4 Se ti dico combatti come un contadino?
5 Se trovassi un iphone per terra, lo terresti o lo restituiresti al povero proprietario? (Sì, sono in carenza di fantasia)
6 Quando hai aperto il blog ti aspettavi che qualcuno lo avrebbe letto?
7 Qual'è il posto nel quale andresti a vivere volentieri? In Italia o nel mondo. 
8 Da piccola/o qual'era il tuo cartone animato preferito?
9 Non ti faceva paura la canzone dei Rosa elefanti di Dumbo??
10 Meglio un lavoro che ti piace ma che ti fa guadagnare poco o un lavoro che detesti ma che ti riempie il conto in banca di mille mila euri?
11 Mc donald o Sushi? (Questa domanda è motivata dal fatto che io e la Carota stiamo andando a pranzo e siamo molto indecise se fare le borghesi con il sushi o le cicciammerda al Mc. Questi sono i momenti in cui ti capisco, Amleto.)

Nessun commento:

Posta un commento